Bene, l’ultima volta che ho scritto su questo blog era uno degli ultimi giorni di dicembre e ho voluto condividere con tutti i miei lettori un bel caso studio legato ad un sito che monetizza con le affiliazioni Amazon.

Se te lo sei perso lo trovi a questo link: https://ilcash.it/caso-studio-affiliate-marketing/

Nell’articolo di oggi, invece, vorrei parlarvi di un libro che di recente ho terminato di leggere e che sicuramente mi ha dato alcuni spunti utili per la mia attività di affiliate marketer.

Prima di iniziare però devo fare una dovuta premessa. Ogni giorno, sul profilo Instagram mi arrivano diversi messaggi chiedendomi consigli su libri o corsi per imparare a fare affiliate marketing.

La verità è che nonostante oggi il settore della formazione in ambito marketing digitale e business online sembra sia decollato anche in Italia, non penso possa esistere un percorso utile e unico per imparare a lavorare con le affiliazioni.

Perchè dico questo? Perchè l’affiliate marketing non è altro che marketing digitale con un modello di retribuzione a performance. Ovvero si viene pagati per i risultati ottenuti, quindi non c’è nulla di fisso e di certo. Sicuramente questa caratteristica rende l’affiliate marketing molto meritocratico, se sei bravo guadagni tanto altrimenti potresti guadagnare anche zero euro.

Detto ciò per diventare un bravo affiliate marketer bisogna essere un bravo digital marketer, non cambia esattamente nulla.

Credo che nel settore del marketing, sicuramente gli affiliati sono quelli che hanno più competenze orizzontali.

Un affiliato professionista deve saper padroneggiare la SEO per far apparire gli articoli dei propri siti più in alto possibile su Google e sugli altri motori di ricerca, quindi deve essere in grado di usare WordPress o qualsiasi altro CMS per la realizzazione di siti e landing page, allo stesso tempo deve conoscere le regole di copywriting per scrivere testi che attirino gli utenti e convertirli in clienti.

Poi deve apprendere tutte le dinamiche della pubblicità a pagamento, e in questo caso non intendo solo fonti di traffico come Facebook Ads e Google Ads, ma tutto ciò che riguarda il paid advertising (Linkedin Ads, Pinterest Ads, Tik Tok Ads, Quora Ads, Native Ads, ecc). Deve essere un ottimo community manager e tanto altro che evito di riportare per non allungare troppo.

Ma ci sono davvero tantissime cose che devi apprendere anche tu se vuoi diventare un top affiliato.

Questo è il motivo per cui non può esistere un corso o un libro che da zero ti faccia diventare un affiliato professionista. La soluzione secondo me è affidarsi ad una scuola di formazione come StudioSamo Pro in cui i corsi non sono realizzati in ottica affiliazione ma sono estremamente verticali e registrati da professionisti diversi per ogni disciplina.

Io stesso, seppur sono amante del fare errori e test, da qualche mese ho deciso di abbonarmi a StudioSamo Pro per imparare dai migliori. E devo dirti che questo è stato uno dei migliori investimenti fatti nell’ultimo periodo.

Invece, il libro di cui oggi voglio parlavi si chiama Affiliazon. Dal nome, derivato da Affiliazione + Amazon, potrete intuire che il focus principale di questo libro è illustrare come poter guadagnare con le affiliazioni tramite Amazon. Infatti, il programma di affiliazione Amazon è sicuramente tra i più popolari proprio per l’affidabilità garantita dal colosso fondato da Jeff Bezos. In breve Amazon paga i propri affiliati a percentuale sul venduto, e questa percentuale varia in base alle categorie dei prodotti.

Chi è l’autore di Affiliazon?

Il libro è abbastanza scorrevole (anche se molte cose già le sapevo ho completato la lettura in una giornata) ed stato scritto da Marco Salvo.  Quest’ultimo è un esperto SEO che si occupa appunto di aumentare il traffico organico su siti di affiliazione, e-commerce e blog.

Io personalmente, non sapevo dell’esistenza del libro ne tanto meno di Marco. Solo nel mese di novembre, mentre studiavo la mia odiatissima fisica, ho scoperto il suo canale YouTube.

Canale YouTube Marco Salvo

Come vi ho anche suggerito sul canale Telegram, ci sono alcuni video che secondo me dovresti assolutamente vedere perchè ci sono diversi spunti interessanti.

Quali sono i video? Eccoli:

Interviste ai “pazzi” fondatori di StudioSamo

Si tratta di tre video interviste, a Jacopo Matteuzzi e Flavio Mazzanti, abbastanza lunghi ma non sono assolutamente noiosi. Vengono trattati diversi temi digital e la storia di StudioSamo, una delle digital agency più autorevole in Italia.

Intervista ad Adriano De Arcangelis

Adriano De Arcangelis è uno dei maggiori esponenti nel panorama dell’affiliate marketing in Italia. E’ il fondatore di diverse aziende legate sempre al mondo digitale ed ha una grande passione per le crypto-monete. Inoltre è il fondatore degli unici eventi di affiliate marketing in Italia, che si chiamano AffiliateWeek ed AffiliateExpo.

Ecco l’intervista: Diventare imprenditore digitale – Scopriamolo con “Adriano De Arcangelis”

Intervista a Emanuele Tolomei, il “Maestro della SEO”

Anche Emanuele Tolomei è molto conosciuto nel mondo del business digitale e nell’intervista, oltre a parlare di SEO, racconta la sua storia.

Ecco il video: Come fare SEO su progetti imprenditoriali – Intervisto Emanuele Tolomei: il “maestro della SEO”

Intervista a Flavia Imperatore, fondatrice di Misya.info

Gli appassionati di cucina sapranno di chi sto parlando, ma nell’intervista racconta la storia del suo progetto legato al settore food.

Questo è il video: Misya.info è uno dei più grandi blog di ricette in Italia. Intervisto Flavia Imperatore

Intervista a David Carelse, fondatore di Chitarra Facile

David Carelse spiega come monetizzare un progetto digital in ambito musicale in questa intervista: Chitarra Facile – Intervisto David Carelse – Da consulente marketing ai corsi di Chitarra Facile

Questi sono alcuni video che ti straconsiglio di vedere, ma nel canale ne trovi altre interessanti.

Recensione Affiliazon

Ora finalmente passiamo al libro. Anche se la mia recensione sarà per alcuni punti molto severa, in questo articolo troverai dei link di affiliazione per acquistare il libro in quanto credo che comunque sia una spesa che valga la pena sostenere.

affiliazon

Partiamo dagli aspetti negativi del libro. Il libro è scritto, formattato e revisionato in modo veramente pessimo. Dico questo perchè ci sono diversi errori di grammatica che nemmeno bambini delle scuole elementari farebbero, pagine duplicate, non si capisce quando comincia e termina un nuovo capitolo, non c’è un filo logico.

Insomma secondo me prima di essere pubblicato bisognava revisionarlo e sistemarlo per bene.

Dopo questa severa premessa però voglio concentrarmi sui concetti del libro, alcuni li condivido in pieno e sono veramente di alto valore (ad ogni modo Marco è una persona che si sporca le mani e conosce bene il settore), altri invece dal mio punto di vista non sono concetti ad oggi applicabili.

Voglio partire dalle cose che non condivido:

  • All’interno del libro parla di provare a usare Facebook Ads per promuovere prodotti in affiliazione Amazon, ma la verità è che le basse commissioni non ti permettono di andare a ROI (return on investment) e soprattutto ci dobbiamo aspettare che con il passare del tempo vengano abbassate ancora di più.
  • L’altra cosa del libro che non condivido è quando dice di tradurre i testi degli articoli in altre lingue per vendere in altri paesi. Ad esempio se hai un sito in Italia che recensisce prodotti tecnologici, puoi banalmente far tradurre questi in altre lingue e pubblicarli su siti di altre nazioni. Purtroppo a mio parere non è una strategia vincente, in quanto per fare una cosa simile bisogna conoscere i mercati di riferimento e saper fare SEO per quella determinata nazione, il che non vuol dire che basta tradurre i testi per scalare le vette di Google e di altri motori di ricerca.

Ok, adesso passiamo ai punti chiave che mi hanno convinto di più del libro, ovvero tecniche e metodi che dovresti apprendere.

Individuare nicchie di mercato

Nel libro viene spiegato, in modo abbastanza chiaro, come effettuare una ricerca di mercato per trovare nuove nicchie profittevoli. Per fare ciò è possibile utilizzare direttamente i risultati di ricerca di Amazon insieme ad altri tool gratuiti come ad esempio Google Trends.

Ottimizzare le Call to Action

Una CTA (chiamata all’azione) è qualcosa che fa compiere un’azione all’utente, ad esempio un pulsante o in link che rimanda sulla pagina di acquisto di un determinato prodotto. Nel libro viene marcata l’importanza di ottimizzare le pagine per una sola Call to Action con un obiettivo preciso in modo da non confondere l’utente.

Ad esempio mettendo solo il link affiliato di un prodotto ed evitare di inserire il form per l’iscrizione alla newsletter.

Analizzare i dati

Tutti i marketer dovrebbero prima di tutto essere degli ottimi analisti. Analizzare i dati significa essere in grado di distinguere ciò che funziona da ciò che non porta risultati.

Ad oggi grazie ai vari tool disponibili è possibile tracciare e analizzare qualsiasi cosa. Ad esempio quale colore di un pulsante converte di più, se una call to action inserita come link testuale al posto di un banner è più efficace, ecc…

Addirittura ci sono alcuni strumenti avanzati che rilevano i movimenti del mouse nelle pagine e da queste analisi puoi scoprire quali sono le parti delle pagine più osservate.

Tutto ciò si traduce in fare costantemente split test.

Mappare i contenuti

Prima di partire con lo sviluppo del sito, anche prima di acquistare hosting e dominio, dovresti avere chiaro gli obiettivi del sito e quali sono gli argomenti da trattare. Per fare ciò può essere d’aiuto un file excel o dei fogli Google.

Creare un brand

Questo concetto secondo me è quello più importante di tutto il libro.

Quando si pensa ad un progetto legato alle affiliazioni, si dovrebbe pensare sempre ad un’azienda e quindi un brand. Ecco perchè quando su Instagram mi viene chiesto se è possibile lavorare con le affiliazioni senza un sito web rispondo sempre in maniera negativa. Oggi per un’azienda avere un sito web è di estrema importanza al di là del fatto che il traffico arrivi da motori di ricerca o dai social tramite sponsorizzate.

Sicuramente un’azienda per essere credibile sul mercato deve essere stabile e affidabile. Ma oltre a ciò avere un brand alle spalle significa portarsi dietro tantissimi vantaggi. Innanzitutto ti aiuta a convertire più facilmente. Secondo te chi tra aranzulla.it e il sito nobrandxyz.it riesce a vendere in affiliazione più facilmente un nuovo pc?

Essere un brand riconosciuto è un ottimo biglietto da visita anche per gli advertiser. Infatti, ci sono alcuni tipi di aziende (chiamate Big Brand, come ad esempio Vodafone nel campo tecnologico) che non ti affideranno mai un loro prodotto in affiliazione se non sei abbastanza autorevole.

Per lo stesso motivo, ti sconsiglio sempre di promuovere prodotti di dubbia qualità che trovi in tantissimi network di affiliazione sia italiani che esteri solo perchè pagano commissioni molto alte. Puoi stare tranquillo che se l’utente lo freghi una volta, non lo fregherai la prossima. Mentre invece, con prodotti solidi e buoni anche se hanno commissioni spesso molto più basse, il tuo brand non perderà l’affidabilità e fidelizzando gli utenti potrai comunque ottenere commissioni dagli utenti che ricompreranno da te.

Ricordati che i brand sono fatti per durare nel tempo!

Puntare su prodotti con acquisto multiplo

Questo è un buon consiglio per massimizzare i guadagni. Quindi puntare su prodotti che prevedono l’acquisto multiplo (ad esempio 4 sedie, 10 quaderni, ecc…).

Fare SEO in modo avanzato

La SEO come saprai è l’insieme delle tecniche utilizzate per migliorare le posizioni dei propri articoli sui motori di ricerca. Oltre alle classiche linee guida on-page e on-site, in Affiliazon vengono descritte alcune tecniche avanzate di SEO off-site che prevedono ad esempio il recupero di domini scaduti ma che nel corso di validità avevano raggiunto una buona autorità oppure la creazione di (PBN) Private Blog Network per linkare i propri contenuti gratuitamente al costo di dover gestire, e aggiungerei con attenzione, i vari siti del network.

Insomma si parla tanto anche di link building.

Imparare dagli altri

Nel libro di Marco Salvo ci sono 8 casi studio di successo che meritano tanto perchè appartengono a professionisti che hanno trovato nelle affiliazioni un’ottima fonte di guadagno. Tra i quali vi sono Marco Maltraversi che ha scritto uno dei libri più popolari in ambito SEO (SEO e SEM. Guida avanzata al web marketing) ed Emanuele Tolomei che ho nominato nell’elenco dei video poco sopra.

Conclusioni

Quindi cosa dirti, di libri che trattano solo l’argomento Affiliate Marketing praticamente non ce sono. Ma questo testo, seppur con tutte le criticità che ho messo in chiaro, può essere utile sia a chi si sta approcciando a questo modello di business per la prima volta ma anche a chi ne sa di più.

Secondo me, non è il miglior libro del mondo, ma il rapporto qualità prezzo è ottimo considerati i concetti espressi nel testo.

Puoi acquistare il libro da questo link: https://amzn.to/3rEsyAd

Ovviamente è un link affiliato 😉

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *