Come fare soldi con l'agricoltura

Guadagnare con l’agricoltura non è difficile come sembra, specialmente se si avvia un’attività in un settore redditizio e che non necessita di grandi investimenti.

Se, invece, vuoi sapere quali sono gli allevamenti più redditizi del momento leggi questo articolo.

Ecco cosa conviene coltivare attualmente:

Zafferano

Coltivare zafferano è un’attività che piace ed è uno dei modi migliori per guadagnare con l’agricoltura, ma serve pazienza, un piccolo investimento e tanta manodopera.

In tanti hanno iniziato con 2-3000 bulbi che hanno un costo che varia tra i 0,05 euro e 0,50 euro/cad. Per iniziare quest’attività serve un campo in una zona adeguata, almeno una motozappa, concime naturale per il terreno e tempo per curare la coltivazione.

I ricavi però ripagano lo sforzo, in quanto è noto che lo zafferano ha un costo elevato, ma il guadagno dipende dalla qualità del prodotto. Generalmente si parte da circa 8 euro/g per arrivare anche a 30 euro/g.

Per approfondire leggi: L’oro rosso delle Alpi. Manuale tecnico-scientifico di produzione dello zafferano

Bambù

Famoso per la sua crescita quasi miracolosa, il bambù viene coltivato sempre di più anche in Italia. Si tratta di una coltura che affinché diventi redditizia si deve aspettare 3 anni per poter tagliare i germogli e 5 anni per le tagliare le canne.

L’investimento per piantare un ettaro di bambù è di circa 15.000 euro ed attualmente, dopo gli anni previsti si possono ricavare fino a 80.000 euro circa.

Puoi approfondire leggendo il libro: Come avviare una coltivazione di bambù

Ginseng

Anche la coltivazione di ginseng sta prendendo sempre più piede in Italia, in quanto permette di guadagnare cifre interessanti vendendo la radice e i semi. Dopo circa sei anni è possibile guadagnare anche vendendo le piante.

Attualmente un acro può fruttare fino a 100.000 euro. I costi variano, ma considera che pochi semi puoi rivenderli anche a più di 10 euro.

Tartufo

E’ risaputo che i tartufi costano tanto, di conseguenza i guadagni di coloro che li vendono sono abbastanza buoni. In questo caso non è possibile stimare un costo iniziale previsto per l’investimento in quanto dipende da tanti fattori: se il terreno è di proprietà oppure se lo si deve acquistare, grandezza del terreno, numero di piante che si intende piantare, grandezza dell’eventuale impianto di irrigazione, ecc.

Ad ogni modo, un dato che rende appetibile quest’attività riguarda i ricavi. In pratica una tartufaia può rendere fino 30 volte in più rispetto ad una vigna e fino a 60 volte in più rispetto alla coltivazione del mais.

Aloe Vera

Utilizzata sin dai tempi antichissimi, l’aloe vera trova diversi impieghi e le coltivazioni sono un’ottima opportunità di guadagno.

Una pianta di aloe costa tra i 3 ed i 35 euro circa, quindi i costi iniziali dipendono dalla grandezza e dal numero delle piante che si intende piantare. Anche i ricavi dipendono dalla grandezza delle piante.

Molto comune è la vendita delle foglie e con circa 10 kg di foglie di aloe si possono ricavare circa 110 – 130 euro. Il resto dipende dalla grandezza del terreno, dal tipo di aloe che si coltiva e dal tipo di commercio che si avvia (solo piante, foglie, prodotti semi-preparati, ecc.).

Canapa

Sebbene l’Italia oggi non sia più il principale produttore di canapa, la coltivazione di questa pianta rimane un ottimo metodo per guadagnare con l’agricoltura.

Si tratta di una pianta dalla quale non si butta via niente e come in altri casi, l’investimento dipende sia dal tipo di canapa che si coltiva che dalla grandezza del terreno, ecc.

I ricavi? Anche questi dipendono dalle varie parti della pianta che si vendono, dai prodotti che si creano, varietà delle piante, densità delle stesse, ecc. Inoltre i prezzi cambiano continuamente, ma ci sono sempre ottime opportunità di guadagno, indipendentemente dalle parti della pianta che si vendono.

Funghi

Anche i funghi rappresentano una buona opportunità, specialmente se parliamo di specie pregiate.

I costi di investimento per creare una fungaia (serra per funghi) si aggirano attorno ai 20.000 euro per ogni serra + eventuale affitto e spese varie. Invece parlando di ricavi, in base alla varietà coltivata si può guadagnare anche più del 200% rispetto al costo di produzione.

Per approfondire l’argomento puoi leggere: I funghi. Coltivazione e proprietà medicinali

In conclusione guadagnare con l’agricoltura significa diventare imprenditore.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *