agenzia web

Se vuoi sapere come aprire una web agency probabilmente hai deciso di raggiungere la tua indipendenza economica e di mettere alla prova tutte le tue competenze. Si tratta di un’ottima opportunità per crescere professionalmente, ma vediamo tutto quello che c’è da sapere in merito.

Cos’è una web agency

Una web agency, letteralmente “agenzia del web” è un’impresa che offre servizi per il web di vario genere, tutti mirati a risolvere problematiche relative al mondo online.

Quali servizi può offrire una web agency

web-agency-stretta-di-mano

Cosa serve per aprire una web agency

Inizialmente per trovare i primi clienti è possibile offrire il servizio in modo gratuito. Questa è infatti una buona tecnica per alimentare il “passaparola” cercando sempre di lavorare in maniera professionale e qualitativa.

Successivamente puoi fare una fattura ai primissimi clienti attraverso la ritenuta d’acconto, ovvero un sistema di riscossione dei tributi in cui chi riceve un servizio/prodotto è tenuto a rimuovere dal compenso totale la percentuale che va in tasse per poi versarla allo stato al tuo posto.

Questo sistema è buono per collaborazioni di breve periodo (o meglio per attività occasionali non continuative) e solo nel caso in cui non si superi la cifra di 5000€ annui.

Il tuo scopo sicuramente è di superare questa soglia perciò:

  • A livello burocratico diventa indispensabile aprire una partita IVA per poter avviare la web agency. (Puoi sfruttare anche il servizio offerto da Iubenda)
  • Va inoltre effettuata l’iscrizione alla Camera di Commercio e va fatta la comunicazione di inizio di attività.
  • Segue poi l’apertura della posizione INPS e INAIL.

È possibile anche fare il tutto attraverso la così detta “ComUnica” una comunicazione unica tramite i quale in maniera digitale possiamo rivolgerci ad un unico ente (il Registro Imprese) e inviare tutte le informazioni necessarie.

Ad ogni modo, per snellire queste pratiche è consigliabile appoggiarsi ad un commercialista.

Avviate le pratiche burocratiche si deve provvedere all’acquisto degli strumenti necessari per operare, se necessario affittare o acquistare i locali in cui verrà svolta l’attività e trovare i giusti collaboratori, in base ai servizi che si intende offrire.

A questo punto è necessario concentrarsi sulla promozione della propria attività, così si potranno trovare dei clienti.

Quanto costa aprire una web agency

Oltre a circa 1000 euro al massimo necessari per adempire agli obblighi burocratici, per avviare una web agency si deve tener conto anche di altre spese.

Si deve calcolare la spesa mensile per l’affitto dei locali in cui si svolge l’attività oppure il prezzo per l’acquisto degli stessi, l’eventuale costo della promozione dell’attività, il prezzo delle attrezzature e dei software, il costo degli eventuali corsi di formazione, ecc.

Una buona idea è quella di preparare un business plan iniziale che comprende tutte queste voci, così ci si rende conto dell’investimento iniziale necessario.

Infine, se si vuole risparmiare sull’avviamento e sulla tassazione è consigliabile tenere in considerazione anche la possibilità di aprire l’impresa all’estero oppure di appoggiarsi ad una rete di franchising, soluzioni che consentono di risparmiare ma che hanno anche dei contro.

Come acquisire clienti

Oltre a sapere come avviare una web agency è importante sapere anche come trovare clienti e fidelizzarli. Da questo fattore dipende il futuro dell’attività, quindi è necessario sviluppare diverse strategie per poter acquisire clienti. Ecco qualche spunto utile:

  • Pubblicizza la tua attività ed i servizi che offri utilizzando canali social, attraverso gli altri siti, ecc.
  • Offri servizi di qualità e cerca di essere puntuale.
  • Specializzati in una determinata nicchia.
  • Allarga il tuo giro di conoscenze e promuovi te stesso.
  • Crea delle promozioni periodiche sui servizi che offri.
  • Usa le piattaforme web che offrono servizi simili ai tuoi per proporti.
  • Apri un blog in cui proponi i tuoi servizi e spieghi l’importanza che hanno.
  • Fai in modo di posizionarti nella prima pagina dei motori di ricerca affinché i clienti possano trovarti.

Tool e software da utilizzare

  • WordPress: Il CMS più semplice per partire che se usato bene può essere utilizzato sia per lo sviluppo di siti web semplici che di e-commerce con la possibilità di personalizzazione anche attraverso codice.
  • Programmi grafici: Photoshop è sicuramente un programma necessario anche per ridurre la dimensione delle immagini (come lo fa lui non lo fa nessun programma). Qui il mio consiglio è di non risparmiare su questo, anche se, ce ne sono molti altri gratuiti tra cui Gimp ma non è agli stessi livelli.
  • Facebook ads e Google ads: Due famosi strumenti per lanciare campagne pubblicitarie sui social (Facebook e Instagram), su motori di ricerca come Google e anche su piattaforme come Youtube (sempre con Google ads).
  • SEMrush, SeoZoom, Moz: I 3 strumenti più famosi per analizzare i propri siti e quelli dei concorrenti, sono a pagamento ma danno dati assolutamente preziosi. Ricordo che senza dati non è possibile l’ottimizzazione e senza l’ottimizzazione il fallimento è assicurato!
  • Google Analytics: Di base ci da dei delle funzioni per analizzare il nostro sito molto interessanti ma se si vuole lavorare in maniera ancora più professionale è possibile implementarne moltissime ancora più utili.
  • Google Search Console: Altro strumento utilissimo fornito da google che tra le varie funzioni ci segnala eventuali errori da andare a correggere, senza queste segnalazioni vi è il rischio di penalizzazioni.

Letture consigliate:

guida su wordpress

libro consigliato per imparare google ads

seo-la-guida

guida sul seo e sul sem

strategie facebook e instagram

 

Consiglio questi libri poiché li ritengo molto validi, sono utilizzati e consigliati anche da docenti universitari per i propri studenti e possono farvi risparmiare centinaia di euro in corsi che spesso si rivelano inutili o poco formativi.

Errori da evitare

Sicuramente lavorare per se stessi ha i suoi vantaggi, ma anche i suoi svantaggi te lo posso assicurare.

Ad esempio è praticamente all’ordine del giorno trovarsi a fare straordinari o a gestire situazioni non previste, non è un lavoro adatto a chi vuole stare rilassato anche e soprattutto perché può capitare di mettersi al PC ad orari impensabili.

In questo articolo ho parlato di stress dovuto al lavoro e come gestirlo, sono sicuro che ti sarà utile nei momenti più difficili.

Chiedi un anticipo

Non vergognarti di chiedere denaro per il tuo lavoro, non sai quanti siti alla fine non mi sono stati pagati e ormai ho capito che il modo migliore è chiedere subito il 30% del totale, già prima di iniziare.

Ci sono passato e ho capito che le aziende più grandi sono e meno voglia hanno di pagare perciò occhi aperti specialmente con i lavori più importanti.

Consigli utili su come affrontare un meeting

Cerca di portare sempre con te un quadernino e una penna per segnarti gli appunti e assicurati di avere un portfolio online o anche stampato per far vedere al cliente cosa sei in grado di fare.

Cerca inoltre di essere convincente, non mostrarti timido e insicuro e rispondi in modo deciso. Se ti viene chiesta qualcosa di cui non hai certezza cerca di spiegargli che ogni sito è uno studio diverso e che devi appunto pensare su come arrivare a quel risultato.

Parla italiano corretto, non fare scene mute come quando la maestra ti interrogava alle elementari e non dare risposte del tipo “bo” o anche “non lo so” in questo modo non andrai molto lontano.

un errore da evitare

Guadagnare in maniera ricorrente

Il guadagno non è nella creazione del sito ma nell’aggiornamento, nell’ottimizzazione, nel portare contenuti su di esso.

Oltre a non avere senso un sito web abbandonato a se stesso va offline in poco tempo, spiega questo al tuo cliente e cerca di farti pagare una cifra ogni anno che varia a seconda del lavoro da svolgere.

Anche qui, cerca di essere convincente. E’ ovvio che il cliente cerca di spendere sempre il meno possibile, ma spiegagli che è veramente indispensabile quantomeno un servizio di manutenzione.

crescita statistiche

Continua a studiare in questo mondo in evoluzione

Non fermarti mai di studiare, non è pensabile in questo mondo.

Le cose sono due o a un certo punto assumi qualcuno che fa questo al tuo posto e ti limiti a gestire il lavoro generale (cosa che sconsiglio poiché si rischia di perdere il controllo dell’azienda) oppure continui a studiare ed aggiornarti.

Una costante evoluzione

Purtroppo o per fortuna il mondo cambia ogni giorno, escono tecnologie nuove e le vecchie diventano in men che non si dica obsolete.

Basti pensare a quanto i motori di ricerca siano cambiati in pochissimi anni stravolgendo il lavoro dei seo manager che si sono trovati a ristudiare tutto completamente da capo.

seo lettere su un tavolo

Consigli per i più ambiziosi

Una volta aperta la partita iva, acquisiti i primi clienti e imparato bene a sfruttare tutti gli strumenti oltre prendere le certificazioni di Google che andrai ad esporre sul tuo sito web dovrai studiare anche strumenti più professionali di WordPress.

Altri tipi di CMS

Prestashop ad esempio o ancora di più, Magento un altro CMS utilizzato principalmente da grandi aziende per la creazione di e-commerce.

La cosa interessante di Magento, che tuttavia lo rende il più complesso, tra le infinite possibilità abbiamo quella di connetterlo a praticamente ogni programma gestionale o marketplace (come Amazon) tramite l’utilizzo di codici.

Trucco per risparmiare sulla programmazione di alcune estensioni

A questo punto un programmatore diventa indispensabile però se si vuole risparmiare sul tempo o sul denaro in alcuni casi esistono plug-in già sviluppati per il collegamento con Magento.

Questi possono essere usati per diverse funzioni, essendo venduti su larga scala inoltre hanno un prezzo notevolmente inferiore se paragoniamo lo stesso risultato ottenuto da un programmatore per uno sviluppo ad hoc.

Se volete avere dei consigli su come ottimizzare Magento e tutte le novità vi consiglio di seguire questo blog

Di seguito cliccando sul pulsante potrete acquistare il libro consiglio a chi è alle prime armi con Magento:

creare e-commerce con magento

 

Meglio iniziare da soli o con altri professionisti?

Se vuoi fare il freelancer sicuramente non è questa la guida giusta e se sei arrivato a questo punto penso che il tuo obiettivo sia tutt’altro ovvero quello di aprire una web agency.

Se gestita da un’unica persona non ha vita lunga e comunque non riesce ad essere un business scalabile poiché a un certo punto il tempo di questa persona finirà e con esso anche i guadagni.

Il problema, inutile dirlo, non è solo il tempo ma il dialogo, il confronto, un momento di brainstorming è fondamentale. Sono questi i momenti in cui si capisce la vera forza di un’azienda, in tal caso di un’agenzia.

Se non hai abbastanza budget da pagare dipendenti cerca di collaborare con altre figure e di aprire una società.

Le professioni fondamentali in una web agency

Le professioni più importanti che devono essere presenti inizialmente sono: un graphic designer, un programmatore e uno specialista seo e sem, già con queste 3 figure si possono intraprendere progetti di tutto rispetto.

Successivamente sarà necessaria una segretaria che risponda al telefono e per e-mail ad ogni richiesta del cliente.

Una mossa intelligente che può farti risparmiare moltissimo è quella di crearti un network di professionisti/aziende con il quale collaborare e dividere i guadagni.

Ad esempio un cliente ti chiede un’app ma non sai come svilupparla? Passa il lavoro a qualcuno che ne sa più di te, prendi la tua percentuale e fai una bella figura con il cliente finale!

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *